La parola Alluveen che ho custodito nel tempo non è di mia invenzione. Mi venne regalato, o meglio affibbiato da Giuliana Campisi, una blogger ai tempi mia amica che aveva ben compreso la mia passione per Halloween e che ogni tanto mi serviva una delle sue perle di pura inventiva.

Anche se la nostra amicizia nata qui e morta qui è ormai sepolta da tempo, quel termine l’ho comunque custodito con affetto come credo sia giusto fare anche quando le cose vanno per il verso storto. Nel male resta sempre quel pizzico di buono che a mio avviso non va cestinato del tutto. E proprio perché alcuni ricordi meritano d’essere preservati dal risentimento questa parola la tengo ancora stretta, nonostante tutto.

Vivo di passioni inquietanti, così come lo sono quei fatti strani della vita che tanto dona e tanto toglie al tempo stesso.

Era giusto dirlo ond’evitare i soliti boffonchiamenti da dietro le quinte a cui troppe volte ho assistito con profondo disgusto.

Paola.

immagine giphy

(immagine da qui) QUALCHE DONO SPARSO IN CONTINUO AGGIORNAMENTO Danzabile, confortevole, sexy: musica! E adesso che avete pensato ai regali di tutti, regalate qualcosa a voi stessi! Sara Provasi – Raccolta di Poesie – In un mare caotico sospeso QUI per l’acquisto Alessandra Marcotti – Per un bell’abito Olga perse le penne QUI per l’acquisto […]

Regali – 3 — endorsum